Seguici su:

IL VANGELO DEL LAVORO

Etica e persona nel magistero sociale di San Giovanni Paolo II" di Giuseppe Sabella, edizioni Cantagalli 2016

Il Vangelo del lavoro mette in guardia contro ogni tentativo di ridurre l’uomo ad un semplice ingranaggio della grande macchina della produzione (Giovanni Paolo II.) Dalla quarta di copertina: La Laborem exercens (1981) è l’enciclica che Giovanni Paolo II dedica al tema del lavoro. Scritto insuperato e oggi ancora attualissimo, si pone sulla scia delle grandi riflessioni in particolare di Smith, Hegel, Marx e Weber. L’autore sintetizza la teologia del lavoro di papa Wojtya,
così importante per la formazione e l’ascesa del movimento di Solidarnosc´che guida la rivoluzione polacca e dà origine al crollo del blocco sovietico. Il lavoro, categoria fondamentale dell’umano, non è luogo di alienazione ma il modo con il quale l’uomo serve Dio proseguendo la Sua opera creatrice e contribuendo alla costruzione di un mondo migliore e più bello.
Con un’intervista a Lech Walesa sulla vicenda polacca e l’esperienza di Solidarnosc'.