Seguici su:

In evidenza

Le opere di luce di Padre Costantino Ruggeri

Luce di Resurrezione nelle periferie del mondo: “The light of the Resurrection in the peripheries of the world” è il titolo della mostra dedicata alle opere e alla figura di padre Costantino Ruggeri che è stata esposta a New York in occasione del festival culturale New York Encounter dal titolo "In search of the Human Face" che si è svolto dal 16 al 18 gennaio 2015 al Metropolitan Pavillion di New York. Organizzata dall’architetto Luigi Leoni, presidente della Fondazione Frate Sole e ideata da Maria Antonietta Crippa, docente di Storia dell’architettura al Politecnico di Milano, la mostra americana presenta tre quadri dipinti da padre Ruggeri affiancati da 35 pannelli che illustrano la poliedrica attività di quel frate con i capelli bianchi e lo sguardo acceso che da ragazzo a Brera era stato allievo di Minguzzi e che Mario Sironi aveva definito «soldato di due milizie: quella della fede e quella dell’arte».
Dopo l'esposizione al New York Encounter la mostra viaggerà in lungo e in largo l’America, facendo tappa nelle principali università. «Quando farà ritorno in Italia si trasformerà in un evento legato all’Expo di Milano - dice l’architetto Andrea Vaccari della Fondazione Frate Sole -: stiamo valutando la possibilità di esporla in Sant’Ambrogio o al Museo Diocesano».

Vedi le opere di Padre Costantino Ruggeri

La curatrice della mostra Maria Antonietta Crippa dice di padre Costantino...

…Dal ricordo di incontri personali con padre Ruggeri, pochi ma indimenticabili; dal rapporto diretto con le sue opere, viste nelle esposizioni, oltre che dalle visite a sue chiese e a sue vetrate in varie chiese; ancor di più dalla mia recente esplorazione dei volumi, delle riproduzioni informatiche dei suoi moltissimi dipinti e dall’osservazione diretta di alcuni di essi presenti in Fondazione, ho tratto la ferma convinzione che sia giunto il tempo di valorizzare in modo adeguato questo frate artista - esuberante e gioioso ma non privo anche di profonda e complessa intensità psichica - per indiscutibili ragioni di merito innanzi tutto, ma anche come contributo alla comprensione della cultura contemporanea, alla religiosità in essa tuttora viva ma troppo poco evidenziata, fatta scomparire sotto la pesante coltre di una secolarizzazione ben più universalmente certificata… …Nei titoli delle sue pitture il padre francescano ha fissato la profondità dello sguardo con cui sorprendeva persone, cose, paesaggi: si dimostrava, di volta in volta, affettuoso, ironico, dolente, disincantato, ammirato, commosso. La sua rapida pittura registrava sempre moti d’animo come riverberi di bagliori sorpresi nella realtà, quasi lì catturati. Il rapporto tra oggetto e soggetto, tra realtà a lui esterna e sua interiorità, risultava estremamente dinamizzato: non puntava a una trasfigurazione mistica della realtà perché la realtà tutta, nella sua concretezza, era per lui mistica. Non a caso egli raggiunse un vertice espressivo nelle vetrate, dove tutto è luce e colore, dunque tutto è vivo… … Padre Ruggeri è stato, infatti, interprete di una francescana modernità in profonda sintonia con le aspirazioni di artisti come il Le Corbusier di Notre Dame du Haut, a Ronchamp, o il Matisse della cappella di Santa Maria del Rosario, a Vence. A questo proposito ritengo che debba ancora essere messa in luce la specificità del suo contributo al rapporto tra arti e liturgia di contesto cattolico della seconda metà del XX secolo, prima e dopo il Concilio Vaticano II. La sua opzione per linguaggi artistici moderni è stata accompagnata anche da una certa verve polemica nei confronti di chi al contrario di lui, sia tra gli architetti sia tra i committenti ecclesiastici, continuava a prediligere orientamenti di matrice storicista…(Dalle pagine de "Il Ticino" di Venerdì, 9 gennaio 2015)


Chi è Padre Costantino Ruggeri: Padre Ruggeri (Adro, 16 ottobre 1925 – Merate, 25 giugno 2007), è stato un pittore e scultore italiano, ideatore e costruttore di 30 nuove chiese, di grandi vetrate diffuse in tutta Italia e all’estero.

Viene ricordato come innovatore dell'arte sacra, precursore delle indicazioni ad essa relative del Concilio Vaticano II, realizzatore della Fondazione Frate Sole allo scopo di premiare, ogni quattro anni dal 1996, nell'ambito delle chiese cristiane, lo spazio mistico che si distingua per qualità artistiche tese a fare dello spazio sacro un luogo di esaltazione spirituale.


Visita: www.fondazionefratesole.org, www.padrecostantino.it