Seguici su:

In evidenza

10-11 maggio, Hemingway Days Festival a Genova e Rapallo

Nati nel 2018 da un’idea di Barbara Garassino e Massimo Morasso per l’associazione culturale Contatti, gli Hemingway Days sono un Festival che racconta la vita e l’opera del leggendario Premio Nobel americano Ernest Hemingway (1899-1961), che fu a Genova e in Liguria in più occasioni, dal 1922 al 1954. Ricco di eventi letterari, spettacolari, divulgativi, ricreativi e formativi di varia natura, il Festival guarda anche al di là di Hemingway, proponendosi come una piattaforma culturale, unica in Italia, di comunicazione e riflessione pubblica sulla letteratura americana di oggi e di domani.

Quest’anno si svolgono a Genova il 21, 22, 23 e 24 marzo e a Genova e Rapallo il 10 e 11 maggio.
Focus tematico di questa seconda edizione del Festival è il mare. Le sedi degli eventi principali sono Palazzo San Giorgio e il Galata Museo del Mare, il polo d’eccellenza del sistema del Mu.MA (Musei del Mare e delle Migrazioni) a Genova, e la Biblioteca Internazionale “Città di Rapallo” a Rapallo.

Raddoppiata in lunghezza, e arricchita in quantità e qualità dell’offerta programmatica rispetto a quelle dell’edizione “0” del 2018, anche questa edizione 2019 del Festival vanta la partecipazione di grandi scrittori angloamericani legati in qualche modo a Hemingway (fra tutti spicca Laura Furman, la responsabile del prestigioso Premio O’Henry per la narrativa breve), giovani scrittori italiani (i finalisti 2019 e la vincitrice 2018 del Premio Campiello Giovani, Elettra Solignani), studiosi emeriti di letteratura americana (Massimo Bacigalupo), poeti e scrittori di livello internazionale (da Giuseppe Conte a William Wall, da Paul Kane a Matteo Codignola a Jessica Lott), critici letterari (Francesco Napoli) e cinematografici (Massimo Santimone), attori (da Dario Manera al multiforme Roberto Abbiati, autore, fra l’altro, anche di un romanzo a disegni su Moby Dick), collettivi e semplici cittadini attivi in gruppi di lettura, i musicisti, le ballerine e i “cantaor” della Primera Pena Flamenca, protagonisti di Fiesta, un happening ispirato ai libri “spagnoli” di Hemingway.

Oltre a “celebrare” e raccontare Hemingway, il Festival 2019 festeggia anche il bicentenario della nascita di due altri scrittori americani giganti della letteratura di ogni tempo e paese: Herman Melville e Walt Whitman. A ciascuno di loro, viene dedicata una giornata ad hoc. "Foglie d’erba", il capolavoro di Whitman, è il testo-protagonista di una triplice lettura: d’attore, d’autore e “corale”, a chiudere la manifestazione.

Parte tutt'altro che secondaria dell’iniziativa sono le attività didattiche e formative che sono state realizzate nei mesi scorsi, e che nella quattro-giorni genovese trovano il loro riconoscimento pubblico. Si tratta della seconda edizione del concorso letterario Premio Hemingway Days Junior per gli studenti dei licei e degli Istituti Nautici liguri, degli incontri tenuti direttamente nelle scuole con i finalisti del Premio Campiello Giovani, e della collaborazione con l’Ospedale Gaslini per la realizzazione di elaborati a tema.

Altri momenti topici della kermesse, sono le visioni commentate di spezzoni dei film d’autore ispirati ai capolavori di Hemingway e Melville "Il vecchio e il mare" e "Billy Budd", due classici della cinematografia hollywoodiana, riservate ai ragazzi delle scuole superiori.

Approfondimenti alla pagina web dell'evento