Seguici su:

In evidenza

Centri Culturali. Paolo VI, protagonista ancora oggi

AIC segnala l'articolo di Valentina Caruso "Centri Culturali. Paolo VI, protagonista ancora oggi" pubblicato su www.clonline che racconta le tante occasioni offerte dai Centri Culturali lombardi per scoprire la contemporaneità della vita e dell'insegnamento di Giovanni Battista Montini in occasione della sua canonizzazione dello scorso 14 ottobre.

Il cardinale Giovanni Battista Montini, eletto Papa nel 1963 con il nome di Paolo VI, è stato canonizzato il 14 ottobre 2018, a quarant’anni dalla morte. Al grande teologo e studioso nato a Concesio, nel Bresciano, nel 1897, tante realtà legate all'Associazione Italiana Centri culturali (Aic) hanno dedicato, nelle scorse settimane, vari momenti di approfondimento sugli aspetti più significativi della sua attività pastorale.

Il Centro Culturale di Milano, nell’incontro “Nessuno è lontano. Vivere le dimensioni del mondo: l’opera di Paolo VI”, ha messo sotto la lente di ingrandimento l’opera di Montini, prima Arcivescovo ambrosiano e poi Pontefice, dal 1958 al 1978. Oggi, nel pieno di una crisi antropologica ed educativa, in un tempo di scontri e incertezze, riemergono, ancor più drammatiche, le stesse domande di allora: «Che cosa è unico e necessario? Cosa significa amare l’uomo, nella sua umanità concreta? Come si fa a non tradire se stessi e la verità quando si parla di popolo?». Il dialogo tra Edoardo Bressan e Andrea Tornielli, insieme alla rappresentazione teatrale “Il Cristo necessario - Indagine su Paolo VI” a cura del gruppo teatrale Exire, hanno ricostruito l’attualità del suo insegnamento, dalla messa in discussione dei valori della tradizione alle nuove guerre economiche, fino alla crisi della fede in Occidente e al fiorire di semi di novità e di nuove strade.
Continua a leggere sul sito www.clonline.org