Seguici su:

Proposte di AIC

Proposte Musicali

Vaso con dodici girasoli, olio su tela, 92x73 cm, 1888, Neue Pinakothek, MünichMozart, Schubert, Pergolesi, Schuman, Trio di chitarre tra le musiche e le danze di Spagna e Sudamerica e un concerto ispirato ai viaggi e alle conquiste che hanno caratterizzato il fenomeno delle migrazioni tra Spagna e Argentina; AIC propone dei momenti musicali a cura dei fondatori dell’”Accademia Ambrosiana” uniti da molte collaborazioni e da amicizia ventennale, accompagnati da altri colleghi musicisti e cantanti.

1)LETTERE DI MOZART
Violino: Carlo Lazzaroni
Pianoforte: Angela Lazzaroni
Attore (Mozart): Claudio Marconi

La serata è un viaggio nella vita del grande genio salisburghese , e ne fa rivivere gli episodi principali tramite le sue stesse lettere e la sua musica straordinaria, capace di toccare tutte le “corde” del sentire umano.
Mozart, amante della vita, gioca con il linguaggio, così come fece con l’arte musicale, ma dentro questo gioco trabocca lo sguardo del bambino che sempre fu.
Durata: 70 minuti.
Necessità: pianoforte, microfono per la voce.

I musicisti, hanno al loro attivo moltissimi concerti in Italia e nel mondo; collaborano con importanti gruppi da camera, tra cui “La Risonanza”, “Il Giardino Armonico”, o orchestre, come “Pomeriggi Musicali”, oltre ad insegnare il loro strumento a Milano.
L’attore insegna recitazione, scrive sceneggiature , ha fatto parte de “Gli Incamminati” e fa il regista teatrale.

2)SCHUBERT: Trio opera 99
Violino: Carlo Lazzaroni
Violoncello: Alberto Drufuca
Pianoforte: Angela Lazzaroni

La serata vuole farci conoscere un capolavoro della musica da camera, scritto due anni prima della morte, che ci regala momenti di serenità e gioia, un unicum, se paragonati alla vita condotta dal compositore ormai malato, e alle ultime opere di Schubert.
Durata: 60 minuti.
Necessità: un pianoforte.

I musicisti, fondatori dell’”Accademia Ambrosiana”, e uniti dalle collaborazioni a formazioni da camera ed orchestrali, nonché da amicizia ventennale, offrono così nuovi spunti per approfondire la conoscenza del grande austriaco.

3)PERGOLESI: STABAT MATER
Orchestra da camera”Accademia Musicale dell’Annunciata” (Abbiategrasso)
Due Cantanti.

La serata si apre con la sinfonia di Vivaldi “Al Santo Sepolcro” e prosegue col capolavoro del giovane Pergolesi. La sua musica dolce , vivace o struggente, ci fa rivivere il dolore della Vergine ai piedi della Croce, e ci conduce a domandarne l’immedesimazione, con le parole di Jacopone da Todi.
La serata è introdotta da una breve spiegazione su questo commovente percorso musicale e poetico.
Durata: 60 minuti.

L’Accademia dell’Annunciata è un gruppo strumentale “in residenza”, che raccoglie gli studenti, i giovani diplomandi o diplomati dei principali conservatori della zona, coordinati da docenti esperti e supportati da tutor delle migliori orchestre italiane di musica classica barocca, cameristica e moderna.

4)SCHUBERT e SCHUMANN
Violoncello: Alberto Drufuca
Pianoforte: Angela Lazzaroni

La serata ci propone la sonata “Arpeggione” di Schubert e, nella seconda parte, i bellissimi “Cinque pezzi in stile popolare” di Schumann, con l’intento di penetrarne i segreti musicali, per renderli, così, facilmente ascoltabili e più “vicini “ all’esperienza umana di chi ascolta.
Durata: 60 minuti
Necessità: un pianoforte.

I musicisti , fondatori e direttori dell’Accademia Ambrosiana, e uniti dalle collaborazioni a formazioni da camera ed orchestrali, nonché da amicizia ventennale, offrono così nuovi spunti per approfondire la conoscenza del grande austriaco.

5)TRIO DI CHITARRE
Trio di chitarre Aragon
Alessandra Bevilacqua
Giovanni Puccio
Luciano Massimo Rusignuolo

La serata propone un viaggio tra le musiche e le danze di Spagna e Sudamerica:
Georges Bizet, Isaac Albeniz, Enrique Granados, Manuel De Falla
Maximo Diego Pujol, Jorge Cardoso, Astor Piazzolla, Carlos Gardel
Durata: 60 minuti.

I musicisti, diplomatisi alla Scuola Civica di Milano, si sono conosciuti nell’orchestra Centocorde, e hanno appena realizzato in trio un cd.

A piacere propongono lo stesso concerto con il contributo di tre ballerini:
Helga Zanon
Clarissa Chioetto
Claudio Sinatra

6)IDA Y VUELTA è un concerto ispirato ai viaggi e alle conquiste che hanno caratterizzato il fenomeno delle migrazioni tra Spagna e Argentina. Attraverso la musica e la danza, “Ida y Vuelta” vuole raccontare le trasformazioni culturali e i cambiamenti sociali avvenuti nel corso degli ultimi 200 anni nelle due nazioni. L’abbandono della terra natìa, l’aspettativa di conquista in terre lontane, i viaggi e scambi commerciali, la nostalgia della madre patria, il disagio dell’inserimento sociale in terra straniera, il ritorno e la riscoperta dell’origine…tutto questo traspira dalle note musicali e dai passi di danza offrendo la possibilità all’ascoltatore, di un viaggio immaginario tra i secoli e i continenti.

Per organizzare la presentazione contattare la Segreteria AIC