Chi siamo

Chi siamo


L'Associazione Italiana dei Centri Culturali nasce nel 1983 per iniziativa di un gruppo di docenti universitari, scienziati, giornalisti, critici letterari e uomini di teatro che per l’amicizia con don Luigi Giussani, fondatore del movimento di Comunione e Liberazione erano mossi dal desiderio di mostrare a tutti la pertinenza della fede con la vita.

Il suggerimento di san Paolo: «Vagliate tutto e trattenete il valore» è il principio ispiratore dell’ attività culturale dell’associazione. Tutto infatti, è incontrabile e affrontabile tenendo come criterio la chiarezza sull’uomo portata dalla rivelazione cristiana, e di tutto, in forza di tale criterio, si può trattenere e valorizzare ciò che è vero e buono.

L' Associazione, che conta 200 centri culturali presenti sul territorio nazionale, ha come obbiettivo quello di aiutare nella programmazione e di sostenere l’attività dei centri associati, presentando all’intero panorama culturale italiano esempi di cultura nuova che il cristianesimo introduce.

L'Associazione ha lo scopo di contribuire al progresso e allo sviluppo culturale, sociale e artistico della società italiana in continuità con la presenza dei cattolici alla luce degli insegnamenti del Magistero della Chiesa. Nell’ambito dello scopo suddetto l’Associazione sarà libera di svolgere e favorire ogni e qualsiasi attività riterrà opportuna, quali ad esempio: dare impulso e promuovere centri culturali, istituti di ricerca, convegni e manifestazioni, coordinare e sostenere l'attività di quanti, persone od enti, già svolgono l'attività culturale e nei diversi campi dell'espressione artistica, favorire ed attivare anche direttamente corsi di formazione per giovani ed adulti, svolgere attività editoriale anche periodica, sensibilizzare l'opinione pubblica e svolgere attività educativa e di ricerca, con seminari, corsi, convegni e manifestazioni in genere. L'Associazione nell'ambito dei propri servizi potrà aderire ad organismi europei ed internazionali nonché collaborare con enti pubblici e privati nazionali ed internazionali. L'Associazione, che non ha scopo di lucro, potrà svolgere inoltre ogni attività patrimoniale, economica e finanziaria che ritenga necessaria, utile o comunque opportuna per il raggiungimento dei propri scopi. (art. 2 dello Statuto dell'Associazione Italiana Centri Culturali, agosto 2011).

Il comitato direttivo di AIC è composto da docenti universitari, liberi professionisti e comunicatori, rappresentanti di un centro culturale associato che dedicano gratuitamente il loro tempo all’associazione e all’ attività culturale, sperimentando il gusto che nasce dal cristianesimo per l'uomo e mostrando a tutti la pertinenza della fede con la vita.

Presiede l'Associazione Letizia Paoli Bardazzi.


Approfondimenti
LEGGI "Se il Centro tocca la vita" di Letizia Bardazzi (da Tracce, n.9, Ottobre 2016). Più di mille incontri ogni anno. Festival, mostre, tour di ospiti. Dal Friuli alla Puglia, la vita degli oltre duecento CENTRI CULTURALI. Piccoli o grandi, tutti spazi di conoscenza e costruzione. Per rivivere la cultura come «esperienza»

  •  Scarica lo Statuto dell'Associazione Italiana Centri Culturali