Seguici su:

Eventi

Cinisello Balsamo (Mi): Con avida, insistente speranza

Inaugurazione mostra su don Carlo Gnocchi

In occasione del 65° anniversario della sua morte e a chiusura dell'Anno Santo della Misericordia indetto da Papa Francesco, il Comune di Cinisello Balsamo, l'associazione nazionale Alpini di Cinisello Balsamo e l'associazione culturale "CaraBeltà" in collaborazione con la Fondazione Don Gnocchi e il Decanato di Cinisello Balsamo, hanno organizzato la mostra dal titolo "Con avida, insistente speranza. L'avventura del beato don Carlo Gnocchi". Realizzata in occasione della manifestazione “Meeting per l’Amicizia fra i popoli”, anno 2010. Don Gnocchi è il protagonista di un cattolicesimo dalla decisa formazione razionale, solare, non nostalgico e ripiegato all’indietro, immerso nei problemi della società. La sua vita permette di cogliere lo spessore di questo cattolicesimo vivo. Anzitutto, il valore pedagogico del dolore innocente, che don Carlo recupera e su cui scommette per costruire una nuova civiltà; poi l’idea dell’imprenditorialità, che si fa carità e viceversa, utilizzando tutto quello che la realtà mette a disposizione; infine, la grandissima libertà (di affezione, di iniziativa, di pensiero) che si manifesta lungo tutta l’esistenza di don Carlo, unita ad un’altrettanto salda obbedienza: questi i punti di forza dell’esperienza di don Gnocchi. Premessa a questi temi è l’esperienza della guerra: la ritirata di Russia e i mesi che seguono possono essere considerati il momento più acuto di riconoscimento e adesione alla vocazione; la successiva “vita prorogata” ne è l’approfondimento.

Sono intervenuti
Stefano Zurlo, consulente scientifico della mostra
Andrea Catania, assessore alle politiche culturali


Quando

Dove

Organizzato da