Seguici su:

Eventi

Brescia: L'inferno e il cuore dell'Afghanistan

Incontro testimonianza con Fahrad Bitani

La Fondazione "San Benedetto", in collaborazione con l'Associazione "Il Raggio", ha organizzato un incontro testimonianza con Fahrad Bitani, autore del libro «L’ultimo lenzuolo bianco»; introduce Piergiorgio Chiarini, giornalista Bresciaoggi.

Farhad Bitani era capitano dell'esercito afghano, un mujahed contro i talebani, militare figlio di un generale. Ha combattuto e ucciso, ha avallato decapitazioni e lapidazioni, è segnato dalla cicatrice di un colpo di kalashnikov. Ma la piaga più profonda è aperta nella sua coscienza. Una ferita che l'ha portato a cambiare vita, ad abbandonare violenze, soprusi e la corruzione praticata nel nome di un islam tradito; e che ora l'ha convinto a denunciare la vergogna in cui è stato precipitato il suo Paese. Nel suo libro Bitani, 29 anni, racconta gli orrori di cui è stato testimone diretto: lapidazioni, stupri, perversioni. E poi la corruzione che ha sostituito la brutalità raccapricciante dei talebani, la complicità di Pakistan e Arabia Saudita, le ipocrisie di leader e militari islamici che mandano i poveracci a morire nel nome di Allah mentre loro si arricchiscono tra droga e aiuti internazionali, mantenendo le famiglie oltreconfine. Ma nella sua storia il male non ha avuto l'ultima parola.

Quando

Dove

Personaggi